Investitori e Living: è vero amore o una semplice infatuazione?

Investitori e Living

Investitori e Living: è vero amore o una semplice infatuazione?

Uno stimolante interrogativo viene lanciato su Monitor Immobiliare da Luca Dondi dell’Orologio a proposito dei nuovi format del residenziale e della capacità di questa asset class di scalare la classifica dei volumi di investimento e guadagnare in prospettiva le prime posizioni.

In questi 2 anni segnati dalla pandemia, si è, infatti, assistito ad una modifica piuttosto pronunciata delle scelte di investimento: in particolare, quello degli Uffici, che è stato tradizionalmente il settore che ha attratto i maggiori volumi, ha conosciuto un significativo ridimensionamento.

Al contrario la Logistica, anche sull’onda del boom dell’e-commerce, è cresciuta molto, accelerando una tendenza che già era, peraltro, nelle previsioni di lungo periodo.

E anche il residenziale ha richiamato le attenzioni degli investitori.

Molti vi hanno visto prospettive di sviluppo destinate a radicarsi nel lungo termine, soprattutto con riferimento ai nuovi modelli dell’abitare e all’accresciuto ruolo dei servizi e, quindi, della locazione rispetto alla proprietà.

La domanda che viene posta riguarda appunto l’esattezza di questa previsione.

Per l’AD di Nomisma, infatti, non vi sono le condizioni perché, una volta ritornati alla normalità, il Living prosegua nella sua crescita.

A me sembra che la riflessione non si debba porre con esclusivo riferimento al residenziale.

Insomma, a mio avviso non è sufficiente chiedersi se il residenziale crescerà oppure no e se la crescita riguarderà o meno la locazione.

La domanda vera dovrebbe essere più ampia: siamo alla viglia di un cambiamento profondo della società, del suo stile di vita e, quindi, degli spazi urbani ed immobiliari?

La sostenibilità diverrà sul serio un principio cardine per la costruzione dei nuovi modelli di sviluppo e, quindi, nella scelta degli investimenti, oppure ritornerà ad essere, con buona pace della sostenibilità ambientale e della inclusione sociale, una formula accademica con la quale riempire i libri dei sogni?

La digitalizzazione può essere un’arma potente del cambiamento.

Se la si vuole utilizzare, allora Smart Working, Hybrid Working, Blended Learning possono essere serie opportunità per ridisegnare, ridistribuire e, insieme, accrescere lo sviluppo, riequilibrando i rapporti tra centro e periferie e tra aree avanzate e depresse, tra Nord e Sud Italia.

E anche lo sviluppo immobiliare, nelle sue auspicabili declinazioni di riqualificazione edilizia, rigenerazione urbana ed efficientamento energetico, ne beneficerà.

In questo contesto, sarebbero destinate a crescere la flessibilità e la prossimità e, con esse, i servizi integrativi dell’abitare.

E in un simile scenario è ragionevole prevedere che il Living cresca ed attragga volumi crescenti di investimento.

Se invece, passata la tempesta, ritorneremo a vivere (e a sprecare) come abbiamo sempre fatto, allora è vero: il residenziale tornerà ad essere la Cenerentola delle classi di investimento, il mercato italiano del Commercial Real Estate continuerà ad avere dimensioni assai ridotte rispetto agli altri Paesi europei e il patrimonio immobiliare sarà condannato a versare in condizioni di degrado o, quanto meno, di obsolescenza.

Se vuoi vendere o valorizzare un immobile di grande superficie in Città, scopri qual è la sua destinazione più vantaggiosa. Potrai, in questo modo, individuare gli investitori ideali. Vuoi saperne di più? Chiedi la nostra consulenza gratuita qui!

 

Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)
Sviluppo residenziale a Poggioreale (Napoli)

Prenota la Consulenza
E’ GRATUITA

 

IMMOBILI ALTERNATIVI
Via S. Carpoforo 9 –  20121 Milano
Via Scipione Capece 10/H – 80122 Napoli

Copyright © Immobili Alternativi 2021 – P.IVA 04741801213

Privacy Policy    –  Cookie Policy

https://www.immobilialternativi.com/investitori-e-living-e-vero-amore-o-una-semplice-infatuazione/16/02/2022/sostenibilita-2/#main
Alberto Pinto
Fondatore di Immobili Alternativi
Prenota La Consulenza Gratuita

 È una grande opportunità. Non sprecarla!